side-area-logo

Dipendenze

La dipendenza da sostanze è definita come una modalità patologica d’uso di una sostanza psicotropa che conduce ad un disagio clinicamente significativo ed alla compromissione della vita di relazione.

La dipendenza comportamentale è definita come il bisogno di ripetere in modo compulsivo un comportamento fino ad interferire con le normali abitudini di vita, l’attività lavorativa e le relazioni sociali.

L’Istituto Europeo delle Dipendenze offre il supporto e le competenze di professionisti altamente qualificati a sostegno delle persone con varie forme di dipendenza.

L’obiettivo è favorire il controllo e il superamento della dipendenza – in una parola – riprendere il controllo della vita.

Le dipendenze che trattiamo

Dipendenza affettiva

Dipendenza da alcool

Dipendenza da cocaina

Dipendenza da cannabinoidi

Dipendenza da farmaci

Dipendenza da sesso

Dipendenze da uso di sostanze

delimiter image

Le sostanze psicotrope sono in grado di stimolare i centri nervosi cerebrali che generano la sensazione di gratificazione e piacere. L’uso frequente di una sostanza psicotropa può determinare una dipendenza psichica, fisica e una crisi di astinenza specifica se sospesa improvvisamente.
La dipendenza si caratterizza dalle seguenti condizioni:

  • incapacità di condurre le normali attività della vita (lavoro, famiglia e relazioni sociali) senza il ricorso alla sostanza;
  • utilizzo della sostanza anche in situazioni di rischio fino a mettere in pericolo la propria incolumità;
  • aumento progressivo delle dosi per raggiungere l’effetto desiderato;
  • non si riesce a smettere solo con la forza di volontà.

Le persone si riconoscono come dipendenti da una sostanza quando rilevano fenomeni da astinenza durante i periodi di non assunzione e continuano ad utilizzare la sostanza in modo frequente e continuativo sebbene consapevoli di avere un problema di natura fisica o psicologica causato dalla sostanza stessa.

Dipendenze comportamentali

delimiter image

Alcuni comportamenti, se frequenti e ripetitivi, assumono una rilevanza psicologica piacevole per l’individuo perché riducono gli stati emotivi negativi o intensificano quelli positivi. In persone vulnerabili, anche i comportamenti considerati socialmente normali possono sfociare in vere e proprie forme di dipendenza.
Le dipendenze comportamentali sono equiparate alla dipendenza da sostanze perché presentano:

  • compulsività cioè incapacità di controllare e resistere all’impulso di mettere in atto determinati comportamenti
  • craving, ovvero un desiderio incontrollabile che porta a ripetere il comportamento gratificante
  • piacere nel porre in essere il comportamento e perdita di controllo
  • persistenza del comportamento anche in presenza di conseguenze negative

PRIVACY

delimiter image

LE ATTIVITÀ TERAPEUTICHE VENGONO SVOLTE IN AMBULATORI NON RICONDUCIBILI AD UNA STRUTTURA PER IL TRATTAMENTO DELLE DIPENDENZE.