side-area-logo

Dipendenze

Il disturbo da uso di sostanze è definito come una modalità patologica d’uso di una sostanza che conduce ad un disagio clinicamente significativo o alla compromissione della vita di relazione.

La dipendenza comportamentale è caratterizzata dal bisogno di ripetere compulsivamente un comportamento che finisce per interferire con le normali abitudini, l’attività lavorativa e le relazioni sociali. Le più comuni dipendenze comportamentali sono il gioco d’azzardo, lo shopping compulsivo, la dipendenza da lavoro o studio, la dipendenza da tecnologia, Internet e social networks e la dipendenza da relazioni affettive.

L’Istituto Europeo delle Dipendenze offre il supporto e le competenze di un personale specializzato e qualificato a sostegno delle persone, per favorire il controllo e il superamento delle varie forme di dipendenza.

Dipendenze da uso di sostanze

delimiter image

Le sostanze psicotrope sono in grado di stimolare i centri nervosi cerebrali che generano la sensazione di gratificazione. L’uso frequente di una sostanza psicotropa può determinare una dipendenza psichica, fisica e una crisi di astinenza specifica. Quando l’uso diventa compulsivo interferisce pesantemente con la vita lavorativa familiare e relazionale dell’individuo.

La dipendenza si caratterizza dalle seguenti condizioni:

incapacità di condurre le normali attività lavorative, scolastiche, domiciliari e familiari senza il ricorso alla sostanza in questione; 
uso ricorrente della sostanza anche in situazioni di rischio e che possano mettere in pericolo la propria incolumità; 
presenza di problemi comportamentali, sociali e interpersonali legati all’abuso della sostanza; uso continuativo e persistente della sostanza per raggiungere l’effetto desiderato, nonostante i problemi sociali e interpersonali causati dall’assunzione della sostanza stessa.

Le persone si riconoscono come dipendenti da una sostanza qualora:

dimostrino il bisogno di assumere quantità sempre maggiori della stessa per raggiungere il livello di soddisfazione desiderato; rilevino fenomeni da astinenza durante i periodi di non assunzione; percepiscano il desiderio di controllare o ridurre l’assunzione della sostanza; interrompano le normali attività quotidiane per ottenere la sostanza; utilizzino la sostanza in modo frequente e continuativo pur consapevoli di avere un problema di natura fisica o psicologica causato dalla sostanza stessa.

L’Istituto Europeo delle Dipendenze tratta le dipendenze da:

Alcool

Allucinogeni

Cannabis

Cocaina

Farmaci Inalanti

New Drugs

Nicotina

Polidipendenze

Altre Dipendenze

Dipendenze comportamentali

delimiter image

Le dipendenze comportamentali, come quelle da sostanze, sono generate dalla stimolazione dei centri deputati alla gratificazione.

Alcuni comportamenti, se frequenti e ripetitivi, assumono una rilevanza psicologica piacevole per l’individuo perché riducono gli stati emotivi negativi o intensificano quelli positivi. In persone vulnerabili che hanno la tendenza ad eccedere o hanno difficoltà a regolare i propri stati emotivi anche dei comportamenti considerati socialmente normali possono sfociare in vere e proprie forme di dipendenza. Questa condizione è ormai riconosciuta come un disturbo compulsivo complesso.

Le dipendenze da comportamenti sono facilmente associabili alle dipendenze da sostanze, perché presentano in comune, le seguenti caratteristiche:

compulsività cioè incapacità di controllare e resistere all’impulso di mettere in atto determinati comportamenti

craving, ovvero un desiderio incontrollabile che porta a ripetere il comportamento gratificante

piacere nel porre in essere il comportamento e perdita di controllo

persistenza del comportamento anche in presenza di conseguenze negative

Gli esperti dello IEuD trattano i disturbi da:

Gioco d’azzardo patologico

Dipendenza da lavoro

Dipendenza da tecnologia

Dipendenza da sport

Shopping compulsivo

Dipendenza da sesso

Dipendenza da video-games

Dipendenza da relazioni affettive

Altre Dipendenze

LO IEUD GARANTISCE UN TRATTAMENTO INNOVATIVO, PERSONALIZZATO, RISERVATO E CON ELEVATI STANDARD QUALITATIVI.

L’OBIETTIVO E’ RIPRENDERE IL CONTROLLO DELLA PROPRIA VITA, ALTERATA DALLE SOSTANZE O DAI COMPORTAMENTI.

Il percorso

delimiter image

Il percorso prevede una prima fase di intake per la valutazione della condizione del cliente, delle sue esigenze e della sua domanda di aiuto, attraverso una combinazione di colloqui specialistici per una conoscenza reciproca e di esami diagnostici.

L’obiettivo dell’intake è la strutturazione di un programma terapeutico, costruito sui medical needs specifici di ogni cliente e orientato al cambiamento.

Questo programma costituisce il contratto terapeutico, che delinea il rapporto tra il cliente e l’equipe dello IEuD e stabilisce gli obiettivi che si intendono perseguire.

Il Care Manager, ovvero un medico psichiatra, accompagna il cliente in tutto il percorso terapeutico e rappresenta il collegamento fra cliente e IEuD.